mercoledì 27 febbraio 2008

Non è tempo...tornerò




















E' ora che mi tagli la barba
E' ora che me ne vada di casa
E' ora che scriva cose serie
E' ora che cambi lavoro
E' ora che faccia l'amore
E' ora che qualcuno mi mandi a quel paese
E' ora starsene zitti
E' ora di far piangere
E' ora di litigare con chi ho di fronte
E' ora di ricordarsi
E' ora di mangiare un biscotto al cioccolato
E' ora di telefonare
E' ora di studiare con un po' di serietà
E' ora di tornare a Parigi
E' ora di fare l'amore senza preservativo
E' ora di cambiare sogno
E' ora di rimpiangere un goal non segnato
E' ora di ascoltare De Andrè
E' ora che qualcuno capisca veramente quel che sto scrivendo

14 commenti:

Simo ha detto...

E' ora di chiudere gli occhi e di smettere di pensare alle cose che fanno stare male.
E' ora di stare bene.
E' ora di lasciarsi andare.
Senza dubbio.

Anonimo ha detto...

è ora di vivere. anche di gioire se hai messo su una maschera con il sorriso, ma se ti fa stare meglio, e se il tuo sorriso fa stare meglio gli altri, perché non farlo!

Anonimo ha detto...

è ora di crescere, dicono i grandi! ma proprio ora! vuol dire che continuerò a vedere i cartoni di nascosto e a leggere le fiabe quando non ci sono.

Mogul ha detto...

See HERE

Anna ha detto...

Cura Vinci, hai un virus

Gelato al limon ha detto...

meno male che cominci dalle cose semplici. La barba la taglieró anch'io. Per il resto c'é tempo.

giuro ha detto...

è ora di disegnare il profilo della propria mano. è ora di scrivere sugli specchi.

Anonimo ha detto...

è ora che tu decida di farti capire veramente da chi ti legge...

Anonimo ha detto...

ultimo anonimo, mi hai tolto le paarole di... mano, forse...

vinci ha detto...

Ma quello che scrivo è veramente così complicato? Forse qualche volta poco utile, ma non credo tanto difficile da interpretare

the reader ha detto...

è vero, non è difficile interpretare quello che scrivi leggendo come se ogni giorno fosse un giorno unico. vivere quello che scrivi, senza contestualizzare in un tempo che sia più lungo di due occhi illuminati dal sole. ma non è sempre facile, bello quasi sempre, ma facile non altrettanto!

Anonimo ha detto...

in realtà io volevo dire che l'ultimo "è ora" non era in sintonia con gli altri...negli altri ci sei solo tu, la volontà è solo tua, nell'ultimo compaiono gli altri, caricati di una strana responsabilità...devi essere tu a decidere di farti capire dagli altri...
penultimo anonimo

Anonimo ha detto...

ah, no scusa...c'è anche qualcuno che dovrebbe mandarti a quel paese...altra bella responsabilità!!!

Anonimo ha detto...

E' ora di dire " ORA!"...