martedì 25 marzo 2008

Ordinaria noncuranza











- Dai, vatti a prendere il lexotan. -
Ma come? Prima mi dici che mi vuoi aiutare, che non devo intossicarmi con queste cose e poi, annoiata dalla conversazione, mi infili in bocca tutta la mia insoddisfazione sotto forma di pastiglia ovale?

Stasera Fabrizio ha scopato, anzi si è fatto scopare da una donna molto più grande di lui.
Era stanca e bella, aveva i capelli lunghi e scopava senza parlare.
Fabrizio pensa a tutto questo mentre si alza dal letto.
Mentre scopavano Fabrizio pensava che gli sarebbe piaciuto venire sui suoi piedi, riempirle i piedi di sperma, vedere l'effetto che fa osservare un uomo, lui, in ginocchio di fronte ad una donna, lei, una donna immobile, con le gambe aperte, nuda, soddisfatta di quello che per fortuna è già stato e non dovrà continuare.
Ma questo non è accaduto perchè non è andata così. Lei ha goduto, Fabrizio no.
Le ha stretto con le labbra un capezzolo, le ha detto: - ti faccio male? - Fabrizio avrebbe voluto farle male, ma lei gli ha risposto di no ed ha continuato a tenere gli occhi aperti.

Dopo venti minuti insieme ad un bicchiere d'acqua tiepida Fabrizio ha preso il suo primo lexotan della settimana.

1 commento:

merinica ha detto...

notizia consolatoria: vattimo è a bari domenica. non so dove e per chi, ma conto di fartelo sapere.

p.s. 'colpo d'occhio', lettura sulla cyclette e camomilla al limone. dopo a nanna. è un programma meno autolesionista.
forza vinci!