martedì 19 febbraio 2008

Riflessioni sulla lettura














- Io nei negozi di abbigliamento mi sento a disagio. Mi sento osservato, ho sempre freddo. Potessi spiegarle quanto è bello passeggiare, quanto riscalda il sole di un lungomare a febbraio. Ed invece la guardo, che si prova una camicia ed una gonnae si offende perchè nonle dico niente e lascio che si annoi a poco a poco.
“Pensavo fossi più divertente!” Mi dice con l’aria da provocatrice, “sei noioso!”
Sembra rassegnarsi...anche io.
Mi arrabbio! “Ma ti sei per caso innamorata di me??”
Ride con tutto il corpo: “Ma sei scemo??”
Mi sento un idiota..ho 14 anni più di lei, sono un capriccio. -



Quando Fabrizio chiude il suo libro ha ancora questa immagine negli occhi. L'amore è autoinganno, l'amore è immedesiarsi in quel che si legge in un libro pieno di luoghi comuni, anche in quello.

3 commenti:

Anonimo ha detto...

va bene, prendiamo per buono che tu possa essere un capriccio per lei che ha 14 anni in meno di te (ma solo adesso che tu ne hai 14 in più rispetto a due settimane fa!)... lei sta aspettando che tu l'abbracci, vuole il tuo abbraccio, l'hai capito?????????????????

Anonimo ha detto...

a proposito di lettura, stasera ho comprato tre libri, approfittando della promozione da feltrinelli... 30% con l'acquisto di tre libri (peccato che il mio amico non fosse con me, ho sprecato altri punti visto che non avevo con me la carta più e lui invece ce l'ha sempre con sé! era arrabbiato con me e ha detto che vuole che io esca dalla sua vita. ma io l'ho fatto arrabbiare proprio perché sapevo che lui mi voleva fuori dalla sua vita). fra i tre titoli, penso che sia curiosa la coppia Ewan "l'inventore di sogni" e Ingrao "volevo la luna"! ho cominciato a conoscere il piccolo peter, che poi diventerà il grande pietro. e mentre scrivo trovo che la scelta sia sempre meno casuale!

Gelato al limon ha detto...

Diceva un mio conoscente:
"Chi ce l'ha soffre, chi non ce l'ha si ammazza".