domenica 17 febbraio 2008

Mille parole di chiassosa bellezza























Quando vivevo in Francia il freddo mi prendeva agli occhi. Erano come piccole scintille gelate che mi arrossavano gli occhi. Ora a Bari quel freddo non c'è più, salvo quei tre giorni all'anno in cui il vento del nord scende e si stende sul nostro mare.
Oggi fa proprio freddo!
Il vento fra ondulare i lampioni e nelle strade si moltiplicano le ombre. Cappucci, sciarpe e cappelli rendono gli uomini molto meno riconoscibili.
Non mi interessa dire se oggi sono triste o felice, in realtà ho alternato momenti belli ad altri molto meno belli. Ho voglia di fare l'amore adesso e credo che sia un buon segno, ho voglia di avere tante voglie. Sto leggendo un libro di Alice Munro, una scrittrice canadese che per fortuna non è molto conosciuta. delle volte è bello ritrovarsi ad esser in pochi a conoscere qualcosa di bello, proprio come quando scopri un blog interessante. Se sono in pochi ad apprezzarlo, per me, è ancora più interessante, è più puro, mi sembra più mio.
Sono contento di aver iniziato questo blog, spero di avervi fatto capire perchè continuo a scrivere e non c'entra Fabrizio, non c'entra l'amore per l'amore...tutta colpa delle mille parole di chiassosa bellezza

9 commenti:

Anonimo ha detto...

stanotte pensavo alle incisioni sugli strati di cera che i bambini amano tanto per lo stupore di scoprire sotto la superficie che vedono tutti una forma che appartiene solo a loro.

vinci ha detto...

sorrido...io da bambino amavo solo le favole ed il pallone...ero un bambino troppo precisino, odiavo sporcarmi le mani...si vede...potrebbe dire adesso qualcuno

Anonimo ha detto...

perchè, l'inchiostro non sporca le mani? Sarà forse che sono mancina e la mia mano è costretta a passare su ciò che scrivo...ma io combino un macello...

vinci ha detto...

Anche io combinavo e spesso combino macelli, dipenda dalla penna con cui scrivo, e non sono mancino. Scrivo in una maniera tutta mia :)

Anonimo ha detto...

scrvi ancora a penna...non si direbbe...

vinci ha detto...

Pilot blu

merinica ha detto...

sono ambidestra, pessimo elemento...

Anonimo ha detto...

a me piaceva disegnare solo a matita i disegni che inventavo. ma anche le nature morte mi piacevano monocromatiche. ma è così bella l'espressione "chiassosa bellezza"!

Simo ha detto...

Mi piace andare alle presentazioni dei libri del mio scrittore preferito e mi piace vedere che non c'è mai troppa gente. Perchè mi piace che mi veda in mezzo alle persone, ed accenni ad un ciao, perchè ormai mi riconosce (anche se magari pensa che sono una gran rompiballe...!).
Mi piace condividere questo piacere con pochi, perchè con molti non sarebbe lo stesso. E non sarebbe più possibile.