lunedì 2 marzo 2009

In morte di Idea












La donna che non ha ritorno
pensarci unisce e rassicura.
Dalle desinenze a questa sera
se come l’urto della luce sarà nuova
se lascia all’ascolto questo vuoto assurdo che non vuol chiamar morire.

5 commenti:

Anonimo ha detto...

hai riciclato una foto?

per te ha detto...

Lo spirito afflitto trova pace
solo in unione a uno spirito a lui simile.
I due convergono nell'affetto,
come uno straniero si rallegra
a vedere un altro straniero
in una terra lontana.
I cuori che si uniscono
per mezzo del dolore
non saranno separati
dalla gloria della gioia.
L'amore lavato dalle lacrime
rimane eternamente puro e bello.

K. Gibran

Anonimo ha detto...

Ma cazzo esci da questo lutto, CRESCI!

Veronica ha detto...

..che brutti i commenti anonimi.. che inutilita'.. lasciare il proprio nome rende significativo il proprio pensiero..

vinci ha detto...

Ognuno ha la propria sensibilità :)